MAMMA TI ASCOLTO: Il trattamento delle cicatrici da parto

MAMMA TI ASCOLTO: 23 novembre 2016

Care donne, abbiamo deciso di spostarci al mercoledì…sperando di non perdere nessuna di voi!
Vi aspettiamo mercoledì 23 per parlare di questa tematica nuova ed interessante insieme all’ostetrica Chiara Listanti.

15094418_1813673742178045_6541837673295904457_n

“La cicatrice da cesareo non è una cicatrice come le altre: si va ad incidere una struttura vitale estremamente complessa, fatta di tessuti cutanei, fasce muscolari, fibre nervose, vasi sanguigni, pareti viscerali.
Il taglio, spezza la meravigliosa rete di comunicazione che unisce ogni cellula e ogni organo del corpo: connessioni energetiche vengono interrotte, fibre nervose rimangono irritate, fasce muscolari entrano in tensione cronica.
Questo ha delle conseguenza non solo estetiche, ma specialmente funzionali. Il comportamento di una cicatrice è differente da quello del tessuto circostante. Le fibre nervose nella zona della cicatrice possono entrare in una condizione di irritazione cronica, o perdere sensibilità. Possono nascere dolori a distanza (lombalgia, cefalea), ipertensione, fatica cronica. La postura può alterarsi.
A fronte di questo, la buona notizia è che la cicatrice del cesareo può essere sbloccata e rimessa in equilibrio, con un trattamento chiamato: Armonizzazione Globale delle Cicatrici. Questo approccio comprende il ringraziamento, il rilassamento, la liberazione emozionale e la dispersione energetica. Dopo cicli anche molto brevi, come 3 sedute, si possono notare anche grandi miglioramenti, sia funzionali (quindi fisici) che emozionali.” Sara Notarantonio 
Share this:
Share this page via Email Share this page via Stumble Upon Share this page via Digg this Share this page via Facebook Share this page via Twitter